Radio Tolfa Europa

La musica da leggere

John Lennon, canzoni, storia e traduzioni (Vincenzo Oliva, Riccardo Russino)

Ogni capitolo tratta un album di John (da solo, accompagnato dalla Plastic Ono Band, con Yoko Ono) inserendolo nel contesto della sua vita privata, analizzando canzone per canzone i testi del solo John, riportati nelle parti ritenute più significative rispetto alle vicende personali: il rapporto con la madre, la sua relazione con Yoko, l’odio-amore per Paul, la militanza politica radicale, il recupero del ruolo di padre.

Il primo album trattato è Unfinished Music No. 1: Two Virgins del 1968, l’ultimo Milk and Honey del 1984. Ogni capitolo è corredato da considerazioni sulla scalata dell’album alle classifiche discografiche in USA, UK e Italia; da critiche pubblicate sulle riviste musicali; dall’indicazione del bootleg più interessante reperibile sul mercato.

In chiusura due capitoli: il primo analizza le canzoni della reunion di Anthology del 1992, le versioni di John di canzoni date ad altri, provini, inediti, e attualizza il mistero della “canzone perduta”; il secondo propone pezzi dedicati a John da altri cantanti tra il 1981 (George Harrison) ed il 2012 (Bob Dylan).

 

(ondamusicale.it)

Ritratto inedito, che scava nell’intimità dell’artista a partire dai suoi testi, dai suoi album, dalle sue registrazioni non ancora pubblicate. Questo libro, attraverso l’analisi dei testi, la ricostruzione del contesto in cui le canzoni sono state scritte e il racconto delle vicende meno conosciute della carriera, ci accompagna nella vita di John Lennon, nei suoi angoli più scuri e nella sua avventura oltre i Beatles, raccontando la parabola artistica di uno dei più grandi interpreti della musica mondiale.

(giornalesentire.it)

Il legame John-Yoko è la chiave di lettura. Insieme scrissero Imagine che racchiude un concetto fondamentale: se tutti immaginano un futuro migliore sarà più facile raggiungerlo. Nel 1980, poco prima di morire, Lennon dirà: “Prima di tutto bisogna pensare a volare, poi si vola. Concepire l’idea è la prima mossa”. “Le mie canzoni sono tutte personali, come dei diari. In fondo sono semplici parole; d’altra parte anche i libri che ho scritto sono diari personali, in prima persona o magari sotto forma di semi follia e non sono poi tanto  diversi dalle mie canzoni’”.

Attraverso il canzoniere, si individua la sofferta separazione da Yoko Ono, una tappa verso la consapevolezza che ci restituisce un Lennon autoriflessivo, capace di guardare i propri limiti e di parlare del suo senso di inadeguatezza, rivelando disarmante fragilità e desiderio di essere compreso e accettato dalla donna che è ormai il suo alter ego.

L’analisi dei testi, fa comprendere alcune frasi iconiche. Una di queste è contenuta in “Beautiful Boy” un vero e proprio atto d’amore per il figlio Sean. Nel brano si fondono sentimenti protettivi e consigli per affrontare la vita.

L’incontro con Yoko – l’artista – aveva cambiato radicalmente il suo modo di essere e lo aveva trasformato in un autentico intellettuale. Yoko Ono era ciò che stava cercando per imprimere una svolta alla sua vita. Così nei primi tempi della loro vita a due, John dà sfogo a tutti quegli aspetti della sua personalità che aveva represso in precedenza. Fondamentale nella loro vita la “scelta americana”: Londra li giudica e li ritiene due stravaganti, ma New York ne intuisce il tratto intellettuale, così il loro genio si dispiega in totale libertà dando spazio all’impegno civile e al pacifismo.

Il lavoro di ricerca svolto da Vincenzo Oliva e Riccardo Russino ripercorre anche le vicende interne ai Beatles. La causa della rottura non fu certamente Yoko, ma le liti e l’acredine con Paul McCartney. Il volume mostra l’anima di un uomo ispirato, e pensieri intimi anche se svelati in interviste nelle quali al tempo non se ne poteva comprendere appieno il senso. Il lavoro affianca alla traduzione e all’analisi dei testi, la ricostruzione del contesto in cui le canzoni sono state scritte, fino ai brani a cui stava lavorando quando è stato assassinato.

Note dal passato: John Lennon

“Ho ascoltato per lo più musica classica o Muzak. Non m’interessa il lavoro degli altri, solo se mi riguarda. Ho avuto il grande onore di non essere mai stato allo Studio 54 e non sono mai stato in nessun club rock. È come chiedere a Picasso se è stato in un museo ultimamente”.

“Stavo aspettando un motivo per uscire dai Beatles sin da quando ho recitato in “Come ho vinto la guerra”. Non avevo il coraggio di farlo. Il seme è stato piantato quando i Beatles hanno smesso di andare in tour ed io non sopportavo di non stare più sul palco, ma ero troppo spaventato per uscire dal palazzo. Questo è quello che ha ucciso Elvis Presley. Il re è sempre stato ucciso dai suoi cortigiani. Ipernutrito, viziato e troppo ubriaco per tenerlo legato al suo trono. Molte persone in quella posizione non si sono mai svegliate. Yoko mi ha mostrato cosa significava essere Elvis Beatle ed essere circondato da schiavi e lacché interessati a mantenere la situazione com’era, una specie di morte. Ed è così che sono finiti i Beatles, non a causa della rottura, ma perché lei mi ha detto: non hai vestiti addosso”.

“Qualunque cosa abbia reso i Beatles i Beatles ha fatto sì che gli anni 60 fossero gli anni 60. Chiunque pensi che se John Lennon e Paul McCartney tornassero insieme a George Harrison e Ringo Starr i Beatles esisterebbero ancora è fuori di testa. I Beatles hanno dato tutto quello che potevano dare e anche di più. I quattro ragazzi che erano quel gruppo non lo saranno mai più anche se lo volessero. Se io e Paul ci riunissimo sarebbe noioso. Anche se George o Ringo si unissero a noi sarebbe irrilevante perché Paul ed io abbiamo creato la musica. Ci sono molte tracce dei Beatles che rifarei, non sono mai state fatte nella maniera che volevo io. Tornare nei Beatles sarebbe come tornare a scuola. Non sono mai stato un amante delle reunion. È finita”.

a.s.

 

 

Radio Tolfa Europa
rte logo

Registrazione al Tribunale di Civitavecchia n. 2/2020 (Registro Stampa) il 22/07/2020

Contatti
direttore responsabile

Augusto Sciarra

INDIRIZZO

Via della Concia 53

00059 Tolfa

Phone

+39 329 7112630

Le nostre APP
Torna su