Radio Tolfa Europa

Sanremo 2021: Amadeus

“Sarà un’edizione del festival insolita, ma Fiorello ed io porteremo allegria dentro le case degli italiani”.

“Ibrahimovic che vedremo sul palco sarà diverso da quello che siamo abituati a vedere sul campo di calcio. E’ una persona molto competitiva che dà sempre il massimo. E’ lui che spesso dà la carica a me. Certamente aggiungerà tanto a questo Sanremo”.

“Ci saranno applausi finti. Li abbiamo sperimentati in altri programmi. Aiutano sul piano psicologico, sostengono l’artista”.

“Cerco di condurre uno stile di vita attento e prudente, evitando stravizi alimentari. Quando sono preoccupato mi affido a un sentito segno della croce e due parole dirette al buon Dio. Sono profondamente credente e questo è l’aiuto migliore che possa ricevere”.

“L’entrata in scena non mi provoca agitazione. Mi fa sentire rilassato e a mio agio, molto più di un tranquillante o di una tazza di camomilla”.

“Ho avuto un’educazione religiosa. Sono devoto a Santa Rita da Cascia. Mi piace pregare, magari in una chiesa vuota o per strada. Qualsiasi luogo può andare bene per dire una preghiera. La religione insegna non solo a chiedere, ma anche a ringraziare”.

“La mia priorità è la famiglia che amo e che mi sostiene nei momenti belli e in quelli bui. Mia moglie Giovanna (Civitillo) è la mia parte razionale. Ho due figli splendidi, sono molto apprensivo con entrambi. Spesso sono loro a tranquillizzarmi”.

“Ascolto sia la musica italiana, sia quella straniera. Mi piace passare dalle canzoni pop, alla musica classica, all’hip hop e al rap”.

“La gente mi considera il vicino della porta accanto. Ho una vita normale. Mi piace andare al supermercato, seguire i tornei di calcio, di tennis, stare in mezzo alla persone”.

“Molta gente mi dice di essere felice che il Festival si faccia, perché per cinque giorni ci sarà un’oasi di serenità, di leggerezza, in mezzo alle brutte notizie che sentiamo da un anno”.

“Sanremo è un appuntamento e va rispettato. La pandemia ci ha devastato anche psicologicamente, penso ai ragazzi. Non l’avrei immaginato neanche in un film di fantascienza. Dobbiamo vaccinarci”.

 

Radio Tolfa Europa
rte logo

Registrazione al Tribunale di Civitavecchia n. 2/2020 (Registro Stampa) il 22/07/2020

Contatti
direttore responsabile

Augusto Sciarra

INDIRIZZO

Via della Concia 53

00059 Tolfa

Phone

+39 329 7112630

Le nostre APP
Torna su