Radio Tolfa Europa

Rassegna Stampa: Tolfa, Civitavecchia, Santa Marinella

(baraondanews.it)

Tolfa Città Slow custode delle api, sentinelle della biodiversità

La cittadina collinare pronta a celebrare la giornata internazionale delle api. Appuntamento giovedì 20 maggio, alle 08.30 con una lezione per gli alunni dell’istituto comprensivo di Tolfa con la collaborazione dell’azienda apistica “Le Api di Tolfa”. Alle 17.30 all’aula consiliare consegna di riconoscimenti agli apicoltori. 23 maggio, alle 14.00, al Polo culturale in largo XV marzo 1799, seminario dedicato alla “Gestione professionale degli alveari”. L’amministrazione comunale: “Il nostro territorio è ricchissimo di biodiversità. Il ruolo delle Api nella salvaguardia del pianeta è fondamentale. Ovunque ci sia una coltura nettarifera in via d’estinzione l’ape va lì e impollina permettendo a quella coltura di sopravvivere. Le sentinelle della biodiversità meritano la nostra attenzione e tutela”.

Tolfa – Certificazione concessa ad Antonio Marino da parte della Royal Meteorological Society

Il 10 maggio 2021, gli è stato comunicato che il processo di valutazione era giunto al termine con esito positivo, consentendogli di acquisire la Certificazione di Registered Meteorologist, riconoscimento di importanza internazionale.

Civitavecchia – Lutto per la scomparsa del dottor Odoardo Toti. Aveva 90 anni. Era stato colpito dal Covid.

Il dott. Odoardo Toti, farmacista, era molto apprezzato per il suo impegno nel settore culturale e storico-archeologico della città. 60 anni fa era stato il promotore della rinascita dell’Associazione Archeologica Centumcellae di cui è stato Presidente. Ad Allumiere aveva fondato l’Associazione Archeologica Adolfo Klitsche de la Grange. Il Ministero della Pubblica Istruzione gli aveva conferito l’incarico di ispettore onorario alle antichità di Allumiere, Tolfa e Santa Marinella. Era stato tra i membri del Comitato per le Attività Archeologiche nella Tuscia. Cittadino onorario di Allumiere, era stato invitato al Congresso Internazionale di Scienze Preistoriche e Protostoriche e insignito della medaglia d’oro dell’E.P.T. di Roma.

1970: venne chiamato dalla Soprintendenza per curare la sezione preistorica e protostorica del Museo Nazionale di Civitavecchia. 1979: quale membro della direzione della Società Italiana di Farmacia Ospedaliera aveva organizzato, a Civitavecchia, un Congresso Internazionale sulla distribuzione in dose unitaria dei farmaci in ambiti ospedalieri. 1996: ricevette il Globo d’Oro per l’impegno nello studio della storia della sua città. 1998: fu impegnato nel rinnovamento del Museo Archeologico, Naturalistico e Minerario di Allumiere. 2005: fu tra i fondatori della Società Storica Civitavecchiese e aveva ricevuto il Premio Traiano.

Il Sindaco di Civitavecchia, avv. Ernesto Tedesco: “La città piange la scomparsa di Odoardo Toti. Professionista esemplare nel laboratorio della sua farmacia, è stato soprattutto un grande amante del nostro territorio e del suo passato, che ha contribuito a svelare come pochissimi la sua storia e a divulgarla con pubblicazioni, studi, ricerche sul campo. Se n’è andato a 90 anni, proprio in una settimana importante per la valorizzazione dell’eredità di Civitavecchia. Giovedì mattina sono stati illustrati i nostri progetti, già finanziati, per Aquae Tauri e nel pomeriggio è stato riaperto il Museo civico. Venerdì la città ha rinnovato il ricordo dei bombardamenti. Ieri e oggi sono in corso le visite per le giornate di Primavera del Fai. Tutte iniziative nelle quali, in un modo o nell’altro, Toti ha impresso la sua impronta indelebile. Questa città, che tanto deve al dottor Toti, dovrà onorarne la figura anche raccogliendo la fiaccola che lui ha acceso sui millenni della nostra zona, illuminandone un passato glorioso”.

Dott. Odoardo Toti

Nato a Civitavecchia nel 1931, nel 1949 consegue la licenza presso il liceo classico Padre Alberto Guglielmotti.

1950: si fa promotore della rinascita della Associazione Archeologica Centumcellae. Mentre a Roma frequenta la facoltà di farmacia intraprende lo studio della storia di Civitavecchia.

1953: è tra i promotori del I° Congresso delle Città della Tuscia per la valorizzazione culturale e turistica dell’alto Lazio.

1954 si laurea in Farmacia.

1955: fonda ad Allumiere la Associazione Archeologica Adolfo Klitsche de la Grange e l’anno successivo costituisce l’Antiquarium Civico di Allumiere assumendone la direzione.

1956: assume la Direzione della Farmacia dell’Ospedale San Paolo di Civitavecchia.

1960: il Ministro della P.I. gli conferisce l’incarico di Ispettore Onorario alle Antichità di Allumiere, Tolfa e S. Marinella e si iscrive alla facoltà di Scienze Naturali.

1962: partecipa agli scavi in Località La Pozza condotti dalla Soprintendenza di Roma V° e diretti da Renato Peroni. Fonda il Bollettino di Informazioni della Ass. Arch. Centumcellae.

1963: ottiene l’ammissione dell’Antiquarium Civico di Allumiere tra i membri effettivi del Comitato per le Attività Archeologiche nella Tuscia presieduto da Massimo Pallottino.

1965: è nominato cittadino onorario di Allumiere.

1966: è invitato al VI Congresso Internazionale di Scienze Preistoriche e Protostoriche.

1967: viene insignito della medaglia d’oro dall’ E.P.T. di Roma.

1970: viene chiamato dalla Soprintendenza per curare la sezione preistorica e protostorica del Museo Nazionale di Civitavecchia.

1971: è invitato alla tavola rotonda su “Nuove scoperte dell’ultima età del bronzo e inizi dell’età del ferro” promossa dalla Svenska Institut Rome. Nello stesso hanno è uno dei relatori della tavola rotonda “Civitavecchia da salvare”. E’ chiamato a far parte della Società Italiana di Archeologia. Rinnova il sistema espositivo dell’Antiquarium di Allumiere che viene classificato Museo Civico e ne fonda il Notiziario. In ambito ospedaliero allestisce il laboratorio della farmacia interna.

1975: partecipa all’XI Congresso dei Musei d’Italia a Salerno e prende parte alla stesura della legge regionale sulla materia.

1976: a Nizza presenta due relazioni all’XI Congresso Internazionale di Scienze Preistoriche e Protostoriche.

1988: viene eletto per un triennio presidente della Associazione Archeologica Centumcellae.

1991: prende parte al II Congresso Internazionale di Miceneologia.

1992: è tra i relatori per il centenario della morte di Padre Alberto Guglielmotti.

1995: è tra i relatori per le celebrazioni del 50° anniversario della morte di Carlo Calisse.

1996: è chiamato a far parte del Comitato Scientifico per i beni culturali e ambientali presso il Centro di Documentazione Urbanistica del Comune di Civitavecchia. Riceve il Globo d’Oro – Premio internazionale per l’ambiente – Porto di Civitavecchia.

1998: è impegnato in un rinnovamento del Museo Archeologico Naturalistico Minerario di Allumiere nel quale impianta un Laboratorio di Palinologia.

2005: è socio fondatore della Società Storica Civitavecchiese. Riceve il premio Traiano.

2008: il Comune di Allumiere gli conferisce la Medaglia d’ Oro alla Cultura.

Tra il 1959 e il 1976 conduce scavi e ricerche, per conto della Soprintendenza alle Antichità dell’Etruria Meridionale, nelle necropoli etrusche di Colle di Mezzo e Bandita Grande (Allumiere); nell’abitato etrusco de La Castellina (S. Marinella); negli abitati della prima età del ferro di Torre Valdaliga e La Frasca (Civitavecchia) e in quelli protostorici di Monte Rovello, ove rinviene testimonianze micenee e dell’Elceto (Allumiere).

Santa Marinella: nuovo riconoscimento per Torre Chiaruccia

L’intera area di Torre Chiaruccia (Parco della Scienza, Museo dedicato a Guglielmo Marconi) ha ottenuto un provvedimento di tutela urbanistica essendo un sito dal grande valore storico scientifico.

 

Radio Tolfa Europa
rte logo

Registrazione al Tribunale di Civitavecchia n. 2/2020 (Registro Stampa) il 22/07/2020

Contatti
direttore responsabile

Augusto Sciarra

INDIRIZZO

Via della Concia 53

00059 Tolfa

Phone

+39 329 7112630

Le nostre APP
Torna su