Radio Tolfa Europa

Olimpiadi Tokyo 2020 – I campioni italiani

Luigi Samele (argento, spada)

“Mi sono appassionato alla scherma quando avevo 9 anni. All’inizio non ero molto bravo, poi qualcosa è cambiato. Crescendo mi sono trasferito a Roma e sono entrato a far parte della nazionale maggiore. In tre mesi sono passato dal non voler fare scherma a fare i bagagli, cambiare scuola e trasferirmi. Comunque per me la scherma rimane un hobby, un divertimento. Non riesco a prendere lo sport come un lavoro”.

“Noi atleti, a volte, siamo visti come delle “macchine da guerra”, ma abbiamo tutti un cuore e un’anima”.

“I campioni di altri sport che apprezzo di più sono: Cristiano Ronaldo, nel calcio, per la costanza e la voglia di superare i propri limiti; nel tennis, Federer, Djokovic, Nadal”.

Vito Dell’Aquila (oro, taekwondo, categoria -58 kg)

“Ho iniziato a praticare il taekwondo nel 2008, all’età di 8 anni. Ero molto timido. Mio padre amava le arti marziali, in particolare l’attore Bruce Lee. A Mesagne c’era una palestra di Taekwondo e così ho deciso di provare. Dopo aver vinto i Campionati italiani e la Coppa Italia, la Federazione mi ha selezionato per il Mondiale Cadetti di Baku, e ho vinto. Da quel momento ho cominciato a capire che poteva essere più di una semplice passione”.

“Il Taekwondo è la mia vita, mi ha dato tutto, mi ha permesso di crescere come persona. Mi ha permesso di entrare nel gruppo sportivo dei Carabinieri, mi ha aperto la strada a un altro tipo di carriera lavorativa. Sono un Carabiniere a tutti gli effetti”.

“Mi alleno due volte al giorno. Abito a Roma. Mi piace ascoltare musica pop, leggere, studiare. Sto cercando di migliorare il mio inglese. Ho intenzione di iscrivermi all’Università a Scienze della Comunicazione. Mi piacerebbe tanto fare il giornalista sportivo”.

Elisa Longo Borghini (bronzo, ciclismo, prova in linea)

“Pedalare ed essere donna è faticoso, e molto. Per la legge italiana non esistono atlete azzurre professioniste. Dobbiamo ringraziare i corpi militari. Io sono tesserata per le Fiamme Oro”.

“Se ogni team del World Tour maschile allestisse anche una divisione femminile, il movimento rosa ne guadagnerebbe in prestigio, livello e visibilità”.

“Quando non sono impegnata con le gare, mi alleno. Nel tempo libero amo stare con la mia famiglia, i miei amici- Amo la musica, in particolare i Coldplay e gli Oasis”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Radio Tolfa Europa
rte logo

Registrazione al Tribunale di Civitavecchia n. 2/2020 (Registro Stampa) il 22/07/2020

Contatti
direttore responsabile

Augusto Sciarra

INDIRIZZO

Via della Concia 53

00059 Tolfa

Phone

+39 329 7112630

Le nostre APP
Torna su