spot_img

RASSEGNA STAMPA

Philipp Lauer (DJ, produttore tedesco)

-

La produzione di Philipp Lauer spazia tra synth-pop, house, italo-disco. “Ho amato la musica fin da bambino. É stata la passione per lo skate board ad avvicinarmi alla cultura punk e hardcore. Mi sono appassionato all’elettronica seguendo la programmazione della tv tedesca VIVA. Ho registrato su cassetta le mie prime demo, pubblicate nel 1999”.

“Sono stato influenzato dalla house music, da Kerri Chandler con il suo mix di classico e jazz, Theo Parish, Moodymann, Daft Punk”.

“Suono un po’ la batteria, il piano e la chitarra. Ma è la tecnologia, la strumentazione elettronica del mio studio che mi permettono di dar vita alle mie idee musicali”.

“Sono un grande appassionato di enigmistica, parole crociate, sudoko”.

“Ho scoperto la italo-disco ascoltando “Vamos a la playa” dei Righeira. Oggi questo sound ha assunto una nuova identità, attirando un pubblico variegato”.

“Amo l’Italia, i suoi paesaggi, la natura, le spiagge, il cibo. La musica è molto importante per gli italiani. La cultura mediterranea, da sempre, ha un legame con la danza”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altri articoli

Ultimi articoli