spot_img

La musica da leggere: Nelle mie corde – Storie e sproloqui di un chitarrista (Marc Ribot)

-

(guitarclubmagazine.com)
Musicista eclettico, versatile, aperto ad ogni tipo di orizzonte musicale (classica, blues, jazz sperimentale, noise). Ecco come si presenta Ribot nel suo esordio letterario: chitarrista noise, rumoroso e scomodo fino al midollo, ma anche delicato e passionale, capace di invenzioni melodiche tanto semplici quanto disarmanti in termini di bellezza. Marc Ribot è uno dei più richiesti e stimati chitarristi su scala mondiale. Elvis Costello, John Zorn, Diana Krall, Allen Toussaint, Caetano Veloso, Madeleine Peyroux, Tom Waits, sono solo alcuni dei grandi nomi a cui la chitarra di Ribot si è affiancata nel corso degli ultimi quattro decenni fino a sfociare anche nel campo della moda. Il libro potrà saziare la sete di conoscenza dei chitarristi che amano suonare a volumi esagerati. Un libro che è anche un vademecum per accompagnare il lettore tra gli aneddoti, gli sproloqui, i racconti e le esperienze di vita e musica di un professionista della sei corde tanto colto quanto imprescindibile.

(rocknation.it)
“Nelle mie corde”, volume che raccoglie scritti del chitarrista Marc Ribot. É un libro che rispecchia in pieno il musicista. Eclettico, dissonante, inatteso, capace di variare e di non ripetersi: sono caratteristiche del libro e allo stesso tempo del musicista di origini statunitense, amato dai grandi, e che spesso si diverte a girare con varie band o da solo.  Ribot, chitarrista amato dal mondo underground, da artisti come Tom Waits e Capossela, fino alle avanguardie più ricercate. Un libro diviso in quattro parti.  Le prime due sezioni sono quelle musicali. Il chitarrista americano parla del suo modo di suonare, delle sue chitarre e del suo stile. Le altre due parti sono nonsense, racconti, divagazioni, riflessioni.

 

 

 

Altri articoli

Ultimi articoli